IL CORPO SOSPESO

” … il fiato sospeso, il corpo teso più del filo sospeso … !”

Non solo un gioco di parole, ma la sintesi di ciò che è facile provare nel vedere un uomo camminare sul filo.

Ma cosa si prova a salire sul filo ?

Un lavoro di relazione tra un corpo capace di sentire ed un filo capace di restituire, un passaggio “curioso” nell’arte del funambolismo per arrivare a percepire il proprio corpo.

Una ricerca personale del proprio equilibri, la scoperta di più equilibri, la presa di coscienza dei propri disequilibri.

La percezione del limite, del non voler/poter andare oltre, l’alchimia fatta di desiderio/brivido/paura dell’osare.

Il lavoro mira a sviluppare una maggiore coscienza di sè e del proprio corpo.

Un’esperienza di equilibrio e di perdita di equilibrio, di contatto e di interruzione di contatto.

Il Laboratorio “Il Corpo sospeso” è rivolto ad un gruppo di 12 persone adulte.

E’ aperto a tutte quelle persone motivate ad intraprendere un cammino di crescita personale e di responsabilizzazione sulle scelte della propria vita.

E’ un’esperienza formativa particolarmente indicata nei confronti di chi opera nel campo della relazione d’aiuto (counselor, psicologi, psicoterapeuti, esponenti del campo psico-socio-educativo ecc. ecc.).

Il laboratorio si sviluppa nell’arco di una giornata in un orario compreso tra le ore 10 e le ore 18.

Il programma tiene conto delle esigenze specifiche del gruppo ed è quindi da intendersi di massima e molto flessibile.

Indicativamente dopo un primo momento riservato all’accoglienza dei partecipanti si lavorerà a terra durante tutta la mattinata sui seguenti punti:

  • prendere contatto con il proprio corpo, saperlo ascoltare
  • le sue parti in movimento nell’ambiente e nell’incontro con l’altro
  • disequilibri possibili tra mente/corpo/emozioni
  • sperimentare l’equilibrio del corpo

Nel pomeriggio il lavoro si sposterà sul filo teso, attraverso l’acquisizione di alcune tecniche di base di funambolismo sarà possibile esplorare i seguenti punti :

  • la scoperta e la ricerca di una prima relazione con il filo
  • il mio corpo in movimento sul filo, la camminata
  • l’equilibrio senza appoggio, emozioni, sensazioni
  • il primo passo, il corpo sospeso che si mostra
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...